domenica 9 settembre 2007

COMANDI SHELL PER GESTIONE FILE

Eccovi un piccolo promemoria dei principali comandi che servono per operare con i file, faccio presente che ne esistono centinaia, ma questi credo siano quelli che più spesso vi troverete ad operare.

touch file (comando per creare file di testo)

mkdir nome-directory (comando per creare directory)

mkdir -p nome-directory/nome sottodirectory (crea un directory con all'interno una sottodirectory)

cp (copia un file o directory es. cp $HOME/prova $HOME/Desktop in questo esempio si copia il file prova dalla propria cartella personale nel desktop)

cp -fr (copia cartelle e file in modo ricorsivo)
mv (sposta file e directory, mv $HOME/prova $HOME/Desktop sposta il file prova dalla propria cartella personale nella scrivania)

mv (il comando mv può pure essere utilizzato per rinominare file o cartelle es. mv prova prova1 rinomina il file prova in prova1)

rm file (comando da utilizzare per cancellare file o cartelle)
rm -fr nome-directory (cancella le cartelle ed i rispettivi file in modo ricorsivo)

pwd (mostra la posizione in cui ci troviamo in questo momento)

cat file (visualizza il contenuto di un file di testo)
cat file|more (visualizza il contenuto di un file e lo rindirizza tramite pipe al comando more, utile nel caso ci troviamo di fronte file di grosse dimensioni)

cat origine > destinazione (copia il contenuto del file origine all'interno del file destinazione se il file non esiste ne crea uno nuovo)

tail file (mostra le ultime 10 righe del file di testo)

head file (mostra le prime 10 righe del file di testo)

ln -fs file file1 (permette di creare un link simbolico di un file es. sudo ln -fs /home/utente/prova /usr/bin in questo esempio si crea un link del file prova dentro la cartella /usr/bin in questo modo basterà digitare da terminale prova per lanciare il file)

sudo chmod a+rwx file (permette di dare ha tutti gli utenti i permessi di lettura,scrittura,esecuzione utile questo comando quando si deve rendere esecutivo uno script, i vari utenti sono raffigurati così augo (a=all, u=utente, g=gruppo, o=altri) le opzioni dei permessi invece così rwx (r=lettura, w=scrittura, x=esecuzione))

sudo chmod -R a+rwx directory (con questa sintassi, indichiamo che vogliamo dare i permessi di lettura, scrittura ed esecuzione ad una cartella per tutti gli utenti)

sudo chown utente:gruppo file (permette di cambiare proprietario e gruppo ad un file)

sudo chown -R utente:gruppo directory (permette di cambiare proprietario e gruppo ad una directory)

zip -r nome-da-dare.zip archivio-da-comprimere (permette di archiviare file nel formato compresso zip es. zip prova.zip $HOME/archivio in questo esempio si comprime una cartella di nome archivio, dando come nome prova.zip, per ulteriori opzione del comando dare da terminale man zip)

unzip file.zip (permette di estrarre un archivio zip)


tar czvf nome-assegnato-archivio.tar.gz archivio-da-comprimere (permette di comprimere un archivo nel formato tar.gz
es. tar czvf prova.tar.gz $HOME/cartella , con questo esempio comprimiamo un cartella nel formato tar.gz dandogli come nome prova.tar.gz)

tar zxvf archivio.tar.gz (permette di estrarre un archivio di nome tar.gz)

tar cjvf nome-assegnato.tar.bz2 archivo (questo comando ci permette di comprimere dei file e cartelle nel formato tar.bz2)

tar jxvf archivio.tar.bz2 (comando per estrarre, un archivio tar.bz2)

Aprite un terminale è provatel uno per uno invocando per ogni comando la pagina del manuale, scrivendo man nome comando.

2 commenti:

Rapep ha detto...

complimenti per il blog... questi ultimi post sono molto interessanti sopratutto per chi, come me, si sta avvicinando al mondo linux

santo vasta ha detto...

grazie infatti li sto scrivendo per chi, si è avvicinato da poco a linux e non conosce tutti i vari comandi.